sabato 8 marzo 2008

Tommaso Taviani

8 Marzo, festa delle donne.
Pensavate forse che il vostro moderatore si potesse dimenticare di una data del genere?
Direi proprio di no e quindi eccomi qua, eccezionalmente di sabato, per una puntata speciale che vi farà venire i brividi, dato
che, per un'occasione così importante, ho smesso di scandagliare i dorati lidi dello spettacolo, andando a scovare un sex symbol della porta accanto, senza scomodare Hollywood o Londra, Milano od Parigi, ecco a voi, in diretta da Campi Bisenzio:

Tommaso Taviani

Immagini che parlano da sole, queste che ritraggono il nostro nel suo abituale splendore, queste istantanee che mettono in risalto il suo sguardo lascivo, un po' cecato, ma profondo, così come il suo fisico asciutto ed atletico; Quelle braccia possenti allenate da anni di alpinismo estremo (c'è chi lo ha visto scalare a mani nude la levigatissima e impossibile superfice della Asl di Sesto Fiorentino, la scatola nera, per i ben informati) e da altrettante primavere spese a picchiare sui tamburi di quelle bands che lui ha reso celebri, grazie al suo drumming forsennato, che spesso ha portato gli ascoltatori a confonderlo con il batterista dei "Marlene Kuntz", rispetto al quale però, il nostro Tommaso può vantarsi di un'avvenenza sconcertante.
Ebbene si, sconcertante è il termine giusto quando si a che fare con esempi così ben torniti di mascolinità, e pensare che non è necessario sfogliare alcuna rivista patinata, nè sbavare davanti a qualche schermo di cinema, per godere delle sue grazie, basta addentrasi nelle pedici più impervie di Monte Morello, oppure, nel caso non abbiate gli scarponi da Trekking, avventurarsi dentro qualche sala prove, e rimanere abbagliate dalla sua chioma corvina, prima che lui metta a fuoco le vostre fattezze femminili (concedetegli almeno 10 minuti), e vi ricambi con un impagabile sorriso, facendovi capire, una volta per tutte, che il principe azzurro esiste, e non sta su qualche inarrivabile piedistallo, ma è proprio lì, a portata di mano, sulle rive del Bisenzio.
Arrivederci!











7 commenti:

Irene ha detto...

dio mio che felicità. Sei un genio.
Purtroppo il nostro Tommaso non è paragonabile a "il Cugino", inarrivabile da chiunque tu abbia mai proposto sulla newsletter prima, sul blog poi. Né mai nessuno eguagliarlo potrà.
Però io Tommaso lo apprezzo. La foto in cui fa più bella figura trovo sia quella con l'elmetto. Ma a un occhio attento non può sfuggire la lascivia dello sguardo, la semplicità dei gesti, la naturalezza con cui il Nostro si pone davanti all'obiettivo. Foto come "Lecco la forma di Parmigiano" (che cazzo è quel coso??) o "Sguardo perso e capezzolo in mano" sono l'emblema del Symbol (un po' meno del sex...) e dell'Arte di cui Tommaso è senz'altro portatore.
Grazie amici.
Un 8 pieno
Ire

Irene ha detto...

Non ce la fo...mi sto rotolando...ma le foto con le bacchette, peppiacere?!!
e quella color seppia, che tanto apprezzerà la bea?!
Uff...che meraviglia...

Anonimo ha detto...

Che le' di Campi,si vede....

Anonimo ha detto...

Carissime.
finalmete vi posso scrivere La mia lunga assenza è dovuta al fatto che quegli idioti di dove lavoro hanno piazzato dei simpatici filtri per l'accesso a internet con il risultato che quando ci sono dei siti, per cui secondo loro non è opportuno andare zac ! appare il sito del vaticano e la faccia di Razzingaccio
quindi Bona Cisi amiche mie perchè io a Diacceto il computer non ce l'ho e quindi verrò dai Lavacchio, quandosono da lui approfitterò per commentare (ovviamente quando non è a scaricare film e filmini equivoci a modo di cui io sono la protagonista assoluta).
E comunque riguardando indietro veramente bono è Luca Loy -mi pare- grande Manu!
Tanti baci dal vostro travellino, farò il possibile per essere con voi....amiche !
baci baci
dani

Beatrice ha detto...

Una gioia...
Si apprezzano a bestia le fatiscenti pose a torso nudo e le bacchette.
La foto seppia...come tu mi conosci Chiari...
Io adoro gli uomini che si prestano a tutto ciò quindi, anche se non arriva, mi spiace dirlo alla bonezza del Il Cugino che c'ha veramente fatto ba...
battere il cuore...
Ecco, si, do un bell' 8 anch'io.
Grazie, begli auguri.
Baci
Bea

Anonimo ha detto...

God save Taviani!
Angela

ire ha detto...

avevo detto niente io? mi aspettavo una sorpresa per il grande 8 marzo ma un fiore così no di sicuro! lo stupore per le pose non è quantificabile. poli come è successo tutto questo?
voto 8, senza la forma di grana si poteva sfiorare il mezzo punto in più!
ire (l'ire che tommi conosce bene)