mercoledì 27 agosto 2008

Maurizio Merli

Ci siamo, ci siamo quasi.
Un'ultima settimana per scrollarsi di dosso la cronica inutilità del mese di Agosto, peste a queste latitudini mediterranee talmente diffusa che può essere curata solamente da una salvifica iniezione (a voi la scelta sulle modalità) di Vezzeggiativo, o, meglio ancora, da una scarica di pedatoni ben assestati da quella vecchia volpe di:

Maurizio Merli


Integerrima star della sterminata saga dei "polizzioteschi" anni'70, vanto sempiterno del cinema made in Italy, tanto celebrato worldwide da Tarantiniane masturbazioni quanto ostracizzato dalla cupola buonista del cinema PD-oriented, torna a ribadire, complici alcune estive visioni d'essay, la sua inconfutabile virilità, la sua statuaria essenza di uomo di legge.
Feticcio inseparabile del Maestro Umberto Lenzi, l'anti-Franco Nero per eccellenza di una Roma che ha visto materializzarsi in contemporanea realtà (esageriamo che fa sempre audience...) l'immaginifica violenza delle fiction dei seventies, adesso più che mai sarebbe a proprio agio nel (presunto) Far West capitolino, per dimostrare a risibili Sceriffi-wannabe quali sor Alemanno come tenere a freno malviventi di ogni foggia, a forza di schiaffi esplosivi come raudi e slalom Alfa-Romeo powered fra i SUV parcheggiati in doppia fila.
Effettivamente, si sente la mancanza del commissario Leonardo Tanzi, in mezzo alla desolante proliferazione degli Stefano Accorsi (era un po' che non lo infamavo eh...) e dei Luca Argentero, fuorilegge della recitazione, feccia dei casting e della new wave del cinema italiano, tutti uomini senza cappotto e, non a caso, senza baffi.










4 commenti:

Anonimo ha detto...

altro che Merli, Tomas Milian nella parte del Gobbo si merita una menzione d'onore!

Sara ha detto...

questa candidatura è inaccettabile.

Irene ha detto...

ora solo perché c'ha i baffi come te!!

Anonimo ha detto...

per me è un mito però fuori dalla categoria sesso, in quanto mi fa venitre in mente il mi babbo in poltron a che si spara la polizia chiede aiuto e tutta quella serie di film grandiosi.
ciau
angi