mercoledì 6 agosto 2008

Val Kilmer

La luce pallida di New York ha ispirato e continua ad ispirare artisti di ogni tipo, musicisti di talento estremo nascosti fra frange di hypsters nullafacenti, maghi della bomboletta spray ormai passati all'asettico mondo dell'arte contemporanea, attoroni e attorucoli e attori partiti bene per poi scomparire come nel caso di:

Val Kilmer

Dagli inizi scanzonati di "Real Genius", attraverso la doppietta "Top Gun - Top Secret", in tempi di rampantismo yuppie di metà anni 80, questo ex rampollo d'oro del cinema americano si è impresso in molti dei nostri occhi adolescenziali ai tempi del film "the Doors", sorta di monumento in memoriam della ben nota rock band californiana, dove questo ex college boy dalla zazzera decolorata, ormai divenuto un adulto bello e formato, tossicodipendenze varie incluse, interpretava magistralmente la sciamanica figura del fu Jim Morrison.
A questo punto il ricordo vola, pelle d'oca included , ai tempi del pendolarato mattiniero Pontassieve-Firenze, a quelle carrozze sleeperette, che per venticinque minuti diventavano simposi dove
la Cultura
si ergeva sovra i calcoli del fantacalcio e gli ansiosi ripassi pre-prima ora.
Fu una messa in onda in prima serata del succitato film sulla tv ancora libera dal morbo delle reti satellitari, ma purtroppo già invasa dal tarlo Berlusconiano, a scatenare le reazioni più disparate; C'era chi riteneva il film troppo agiografico, chi commovente, chi si dedicò quotidianamente alla consumazione di peyotl nei cessi del treno delle 7.28, piccole frange isolate che si limitavano alla venerazione dell'avvenenza del Re Lucertola, e di conseguenza alla sua transubstanziazione dentro il corpo (adesso obeso, per la cronaca) di Val Kilmer.
Frange ancora più isolate ascoltavano in disparte il dibattito, nascoste dal buon vecchio walkmen a cassette che sparava "Check Your Head" dei Beastie Boys, intervenendo di tanto in tanto per tentare la replica in versione ruttata del riff di organo di "Light my fire", fermandosi, per le ovvie difficoltà di esecuzione, dopo le prime quattro battute...










4 commenti:

Beatrice ha detto...

Non vorrete dire che anche questo un vi fa sesso sennò gente, qui l'è i caso di curarsi...Chiunque abbia visto anche solo uno dei suoi film non può negare che questo popò di figliolo c'abbia un sexy addosso notevole, via, sennò si fa càhà..
Che sia un budrillo ora, chi se ne frega...
Già in quella meraviglia demenziale di Top Secret ti si presenta bene, allora giovanissimo...In Top Gun mi pare facesse la merda, no?
Poi giunse The Doors e lì l'ormone adolescenziale ha subito un duro colpo, cazzo...tornare alla realtà fu dura...lo è tutt'ora se ci ripenso...
Che gioie il Moderatore, un Amarcord fantastico.
Ispirato da New York, vero??Ci credo bene...ce ne dev'esser lì di roba bona...ma anche qui però, dai...
Allora un saluto a tutte e non vi perdete in frigidezze...
perché
Io valgo
tu vali
e anche Val vale...
bona belle fihe..
Voto 9
Bea

Sara ha detto...

Ah, si...e poi insomma vorrei dire, che anche sul trenino della Trento-Malè delle 6.35 si sono sprecate parecchie parole in favore di Val-Jim..tanto che da Crescino a Gardolo (fase critica del viaggio) la pennica non la si faceva neanche più! Ah, si...bello...anzi, proprio più sexy che bello...(e come è ora si fa finta di non averlo visto)
Grazie al moderatore..queste sono gioie
Voto 8 e mezzo

Irene ha detto...

"perché
Io valgo
tu vali
e anche Val vale..."
che meraviglia...
ma anche il "trenino della Trento-Malè delle 6.35" mi è piaciuto parecchio!
viva ema, viva noi, viva val

Anonimo ha detto...

me l'ero perso mea culpa lui fa proprio proprio sesso