mercoledì 1 ottobre 2008

He-Man

In questa era di congelamento dei contatti umani, sempre più succubi del "Social Networking", non basta un normale uomo a soddisfare palati ormai avvezzi a trovare ogni genere di leccornia semplicemente digitando in qualsiasi motore di ricerca combinazioni casuali di parole come "sesso", "fornicazione", "palledoro" o "girl power" (per non citarne altre troppo esplicite).
C'è bisogno di un supereroe vintage, non ancora attaccato dalla pedofilia giapponese, un uomo tutto muscoli, capelli compresi, che si usa ricordare con il nome di:

He-Man

Master of the Universe per natura, ben prima delle autoproclamazioni di Jose Mourinho o di Silvio Berlusconi, non mancherà di risvegliare bollenti spiriti in tutte voi, dal momento che costui unisce, nella medesima figura, quel letale mix di fascino e potenza, che nella storia dei sex symbol, da Andreotti a Sarkozy, ha più volte obnubilato parecchie menti femminili.
E badate bene che in questo caso siamo addirittura oltre a quel potere temporale che ha reso affascinanti anche paradossi del genere umano come Craxi o Cirino Pomicino, qui si parla di Forza bruta, muscolatura esplosiva, mandata in orbita dal semplice tocco del suo magico spadone, che rendeva il nostro culturista dalla pelle ambrata un prodigio di prestanza atletica, un caterpillar® capace, con la sola imposizione delle mani, di spostare montagne, ribaltare barrocci, scaccolare giraffe e risolvere cubi di Rubik® in sette nanosecondi.
Mi preme sottolineare infine che, nonostante tutto questo sforzo, la sua proverbiale messinpiega giammai subiva variazioni di rilievo, grazie a un amor proprio, che portava il buon vecchio He-Man, ad aggiustarsi ripetutamente la chioma tramite fulminei (tanto da risultare inavvertibili agli occhi dei comuni mortali), movimenti di pettine, che teneva nascosto nel manico dello spadone; gesta che hanno reso la sua acconciatura assolutamente mitologica, imitata nei secoli dei secoli da uomini senza superpoteri che ne hanno cercato di replicare l'avvenenza, con risultati spesso risibili, a volte drammatici (file under: Pavel Nedved), ma in un solo caso, quello di Nino D'Angelo, assolutamente esaltanti.












6 commenti:

CE ha detto...

Moderatore, io ti adoro.
E per questo un bel 10 non te lo leva nessuno, a te, a He-Man e a tutti quelli che bazzicano intorno a Greyskull.

Beatrice ha detto...

Per il potere di greyskull!!!!!!!
A ME IL POTEEEEREEEE....
Immondi ricordi.
Come si fa? Mi dico come si può essere arrivati a tanto?
Moderatore mio...hai toccato l'apice della tua carriera. Credevo che dopo Jesus Christ non ci fosse più nulla da temere e invece...Eccoci qua.
Ho tremato davanti a Skeletor...Sogni di gloria accompagnavano la trasformazione della Tigre...E che dire della gemella She-Ra? Quanto c'ho giocato anche da grandina con i bambolottini dì mi fratello....(si...li facevo trombare, va bene? Le barbie avevano già dato abbastanza)
Non è possibile un voto...definire è limitare, come diceva Oscar...quindi solo tanta stima.
Ma Tanta.
Bea

Beatrice ha detto...

...e comunque tanta stia anche per gli imitatori veri...che fanno onco però anche simpatia...(tra l'altro c'è anche una grande vestita da Mononoke !

Laura ha detto...

ahahahahah!!! mitico He Man e mitico moderatore!!!
un buuu soltanto per gli scocchi imitatori. che orrore!!!
baci

paola ha detto...

che dire... semplicemente esageratooo!! più sexsymbol di He-Man non ce n'è.

Irene ha detto...

ema, la vera gioia è pensare a te mentre ti butti via non solo a pensare il sex symbol, ma anche a scrivere tutte queste puttanate.
Lo so, sono in ritardo a bestia, di quasi 2 settimane, ma non potevo non scrivere ...