mercoledì 3 giugno 2009

Josep Guardiola

Giù il cappello, siore e siori, di fronte ad un uomo che, al suo primo vero anno da allenatore, centra una fantastica triplete, con il dream team del Barcellona, con la conquista di campionato, coppa del Re, e fresca fresca di una settimana, la prestigiosa Champions League.
Non si può non arrendersi quindi, di questi tempi, al fascino mediterraneo di:

Josep Guardiola

Catalano che allena la squadra simbolo della regione, cresciuto nelle giovanili del Barça, per poi diventarne il capitano, in quella squadra di inizio anni '90 che, sotto la guida dell'immenso Johann Cruyff, vinse tutto il possibile, in un tripudio di calcio-spettacolo che il suo geniale demiurgo aveva già inventato come giocatore con quella inarrestabile arancia meccanica che era la nazionale olandese degli anni'70.
Poi, a chiosa di una di quelle avventure romantiche che il calcio ha ormai sotterrato, dopo un'esperienza di fine carriera nella dorata provincia di Brescia, a fianco di Roberto Baggio e Carletto Mazzone, il "Pep", come viene affettuosamente soprannominato, emulo del suo maestro olandese, riesce ad entrare a far parte di quella manciata di eletti capaci di vincere la coppa dei Campioni sia in campo che da allenatore, smentendo gli scettici che vedevano nei suoi 38 anni una mancanza di esperienza incapace di traghettare una squadra verso tali trionfi.
Oltre a questo, fateci attenzione, Guardiola è uno dei pochi protagonisti del mondo del pallone che non dimostra 700 anni in più di quelli stabiliti dall'anagrafe, tanto è elegante nella rigorosa divisa sociale, quanto è casual nelle conferenze stampa e nelle occasioni meno formali, con quella barba di qualche giorno a incorniciare un sorriso genuino, a sottolineare la normalità di un non-divo, in un compendio di "persona di successo" decisamente lontano da quello che ci vuole imporre un signore che ieri teneva un comizio a Firenze, ma che non ha lasciato avvicinare alla piazza le persone che non la pensano come lui...











6 commenti:

lagiulia ha detto...

niente maleeeeeee....
io generalmente non apprezzo il mondo del calcio e i suoi beniamini, ma in questo caso tanto di cappello al moderatore che ha scovato un ex-calciatore con classe e sex appeal.

figo. proprio figo. adesso divento tifosa del Barça, va.

Anonimo ha detto...

è spagnolo, è moro, è alto ma soprattutto ha il buchino nel mento che mi piace un saccoo! ssiiiiiiiiiii!
amiche sono tornata!
vostrotravellinoforever

Anonimo ha detto...

Lui è meravigliosoooooooo!!!
è bellissimo, carinissimo, morissimo....fabtastico!!!!
Ale Noce

Anonimo ha detto...

bello bello bello...alto moro fisicato, pure intelligente...se nn e' un sex symbol lui!
raffa

Anonimo ha detto...

Nonostante non simpatizzi il Barca,Guardiola è un'ottima trovata!
Altro che quel prete che ci si ritrova a Firenze,col capello unto e all'indietro...

Morax

Anonimo ha detto...

cavolo è stupendo,bellissimo,sexy insomma è perfetto